Mondo

Iraq, uccisi miliziani dell’Isis dopo la cattura nella battaglia per Mosul

Una milizia appoggiata dal governo di Baghdad ha ucciso presunti militanti Isis dopo averli catturati nella battaglia per il controllo di Mosul.

 Lo afferma l’organizzazione per i diritti umani Human Rights Watch. Hashed al-Jabour, una milizia tribale sunnita, avrebbe ucciso quattro uomini sospettati di essere combattenti dell’Isis catturati in un villaggio a nord di Mosul a novembre, afferma Hrw citando testimoni oculari che hanno assistito
all’esecuzione, avvenuta senza alcun processo. 

Presenti, secondo il rapporto, anche militari dell’esercito iracheno.
Il portavoce del governo Saad al-Hadithi ha detto che le autorita’ irachene non sono a conoscenza di queste uccisioni, ma ha sottolineato che e’ loro intenzione arrestare e processare chiunque sia sospettato di violazione dei diritti umani.
Hashed al-Jabour fa parte delle Forze di mobilitazione popolare, un gruppo di milizie in maggior parte sciite sostenute
da Baghdad, gia’ accusate di abusi e violenze nelle loro campagne contro l’Isis, portatore di un’ideologia estremista sunnita.

To Top