Astronomia

Marte è protagonista del cielo di aprile

Marte è il protagonista del cielo di aprile. Il pianeta rosso torna infatti ad essere l’astro più luminoso della sera e ben visibile per tutta la notte, osserva l’Unione Astrofili Italiana (Uai), poiché l’8 aprile si troverà in opposizione, cosi come gli asteroidi Vesta e Cerere, entrambi obiettivi della sonda Dawn della Nasa.

Marte raggiungerà inoltre la distanza minima dalla Terra il 14 aprile, quando si troverà ad oltre 92 milioni di chilometri, pari a 0,618 volte la distanza fra Terra e Sole. Dopo il tramonto è quindi possibile vedere Marte sorgere a Est e seguirlo nello spostamento verso Sud nelle ore centrali della notte e a Sud-Ovest nelle ore che precedono l’alba. Il pianeta rosso continua a spostarsi con moto retrogrado nella costellazione della Vergine, dove rimane per tutto il mese.
Giove è ancora molto luminoso, ma i periodi nei quali sarà possibile osservarlo rendono ad assottigliarsi nel corano del mese. E’ invece Saturno a cercare di rubare la scena a Marte. A fine mese si potrà osservare a Est già intorno alle ore 22:00.

Nelle prime ore dopo il tramonto sono ancora visibili le costellazioni Orione, Toro, Gemelli e Auriga, che hanno dominato il cielo invernale e che si preparano a lasciare il campo alle costellazioni protagoniste dell’estate, come la Lira, con la luminosissima Vega, e Bootes, visibile sotto l’Orsa Maggiore e dalla caratteristica forma ad aquilone con al vertice la luminosa stella Arturo.

Nel cielo di aprile continueranno anche sfrecciare le comete. La nuova arrivata è la C/2014 E2 Jacques, scoperta dal Brasile a metà marzo da Cristovao Jacques, grazie agli strumenti del Sonear (Southern Observatory for Near Earth Asteroids Research). Al momento la cometa è osservabile solo con telescopi medio-grandi, poi scomparirà tra le luci del tramonto per riapparire in estate, quando potrebbe essere osservata anche con un semplice binocolo.

Attesa anche la cometa C/2012 K1 PanStarrs, che all ‘inizio del mese sarà visibile in tarda nottata per diventare in seguito una cometa serale. Ancora tra le comete, nel cielo di aprile continuano a sfrecciare anche vecchie conoscenze, come la C/2012 X1 Linear, che si si conferma l’ “astro chiomato” più luminoso del cielo, e la C/2013 R1 Lovejoy.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top