Dibattito

7 consigli ai ragazzi su come difendersi dalle Fake News

Le Fake News imperversano sul web provocando diverse problematiche poichè diventa sempre più difficile distinguere il vero dal falso. I soggetti più vulnerabili che possono incorrere nel non riconoscere le fake news e contribuire anche alla loro diffusione sono proprio gli adolescenti.

Ecco che il Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza ha creato alcune infografiche interessanti che possono essere utili nel riconoscere le fake news. Naturalmente non c’è un metodo sicuro che possa smascherare le notizie false, poichè la questione delle fake news è molto più complessa, però sono dei consigli utili che nella maggior parte dei casi può contribuire ad evitare di diffondere le bufale in rete. Queste infografiche che pubblichiamo di seguito, realizzate dal Garante per l’Infanzia e l’Adolescenza e pubblicate sulla pagina Facebook dell’organizzazione, sono valide non solo per gli adolescenti per tutti gli utenti della rete.

1. Verifica che si tratti di una fonte autorevole

E’ sempre utile verificare che le fonti siano attendibili, molto spesso vengono riproposti articoli da siti che modificano alcune lettere per sembrare giornali noti oppure da siti e blog sconosciuti gestiti da persone che diffondono volontariamente notizie false

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

2. Non fermarti al titolo, leggi l’articolo al completo

Solitamente per diffondere una notizia falsa vengono scritti titoli molto forti per coinvolgere emotivamente il lettore. E’ utile leggere sempre tutto l’articolo per cmprendere bene.

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

3. Controlla che la notizia sia firmata

Se una notizia è firmata c’è maggiore probabilità che non sia falsa, infatti Google tende a privilegiare le notizie sempre firmate. L’autorevolezza dell’autore è importante.

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

4. Fai una ricerca incrociata

Fare una ricerca incrociata consente di capire se la notizia è falsa o vera. Cercare sul web altri fonti che trattano la notizia consente di comprendere se è vera. Non trovare alcun riscontro e nessuna fonte che tratta la notizia deve far suonare un campanello d’allarme.

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

5. Assicurati che la data sia giusta

La data dell’articolo è fondamentale per stabilire la contemporaneità di una notizia, un vecchio articolo di anni fa potrebbe essere oramai superato. Con i social media è molto frequente postare vecchi articoli proprio per la tipologia degli strumenti digitali che consentono di postare singoli articoli,

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

6. Chiediti se il tono di voce non sia satirico

E’ utile controllare che il tono utilizzato nell’articolo non sia satirico, ad esempio diversi siti web come Lercio trattano notizie di attualità con tono sarcastico ed inventano completamente le news.

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

7. Non essere impaziente di condividere sul social

Questo è uno dei punti fondamentali che consentono di diffondere le fake news: la condivisione sui social. A differenza dell’informazione cartacea dove si è lettori e utenti passivi, nell’era digitale si è attivi poichè nella condivisione si da linfa alla notizia che può anche essere false. Proprio un numero alto di condivisione nei social media può determinare una sua alta diffusione.

(Infografica: Garante per l’infanzia e l’adolescenza)

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

ECDJ | Editorpress Center for Digital Journalism è un osservatorio sull'evoluzione del giornalismo digitale e dell'informazione nell'era di internet. ECDJ pubblica progetti, ricerche, studi e dibattiti.

Copyright © 2018 Editorpress Center For Digital Journalism | Editorpress

To Top