Mondo

Attentato a New York, auto piomba su ciclisti, 8 morti

Un pick-up piomba sui pedoni, poi l’autista apre il fuoco: almeno 8 persone uccise a Manhattan, New York.

Il veicolo, come riporta New York Post, ha invaso una pista ciclabile verso le 15.15 locali, travolgendo numerose persone e finendo poi contro uno scuolabus.

L’autista, come ha ricostruito la polizia di New York, è uscito dal pick-up impugnando 2 armi e aprendo il fuoco davanti alla Peter Stuyvesant High School. L’attacco è trattato come atto terroristico dalla polizia, secondo quanto riferisce la Cnn.

L’uomo, come si legge in un tweet del NYPD, è stato colpito dalle forze dell’ordine e arrestato. Secondo alcuni testimoni, durante l’azione avrebbe gridato ‘Allah Akbar‘.

L’attentatore “è un uomo di 29 anni” che è stato trasferito in ospedale e interrogato, come ha detto in conferenza stampa il capo della polizia di New York James O’Neill, senza dare altri dettagli.

L’indagine “è congiunta tra Fbi e polizia di New York”, ha sottolineato. O’Neill ha chiarito “ci sono alcuni feriti in gravi condizioni ma nessuno è in pericolo di vita”.

“Oggi è un giorno doloroso, una orribile tragedia”. Sono le prime parole di Bill De Blasio in conferenza stampa dopo l’attacco. Si è trattato, dice il sindaco di New York, di un “atto di terrorismo codardo, una atto deliberato”, ma “lo spirito di New York non potrà mai essere indebolito, saremno determinatissimi e andremo fino in fondo. New York non si arrende”

To Top