Politica

Le Regioni riaprono agli spostamenti. Ecco cosa si potrà fare

Da oggi sarà possibile spostarsi da una regione all’altra per qualsiasi motivo e non sarà più necessaria un’autocertificazione per validi motivi.

Sarà sempre necessario indossare la mascherina nei luoghi pubblici come negozi, parrucchieri e su tutti i mezzi pubblici, in aereo e sul treno.

Gli assembramenti restano vietati e per entrare in alcuni luoghi viene misurata la temperatura.

Cambiano le regole anche per quanto riguarda i viaggi all’estero. Per gli italiani che progettano le ferie o dei periodi fuori dai confini nazionali, c’è la possibilità di viaggiare in una serie di Paesi che apriranno le frontiere.

La Francia, in particolare, dal 15 giugno eliminerà i controlli e richiederà solo un’autocertificazione.

La Spagna cancellerà dall’1 luglio la quarantena obbligatoria per tutti i viaggiatori. Già nei prossimi giorni dovrebbero riprendere collegamenti aerei con le mete più gettonate per le vacanze estive. Nella penisola iberica sta per riaccendersi anche la macchina turistica del Portogallo, che a metà luglio dovrebbe essere in grado di garantire un’ampia offerta alberghiera

Riaprono agli italiani anche la Croazia e la Slovenia, che chiederanno ai turisti di raggiungere il paese con una prenotazione formalizzata.

Al momento, ancora è vietato ai turisti italiani andare in Finlandia. Germania, Danimarca, Malta, Belgio, Polonia, Romania, Ungheria, Norvegia, Slovacchia, Repubblica Ceca, Ungheria, Romania, Bosnia, Polonia, Montenegro, Ucraina e Russia.

To Top