Animali

Come riconoscere un serpente non velenoso da una vipera

Le differenze morfologiche che consentono di riconoscere una vipera da un serpente sono la forma della pupilla e della testa, la diversa impostazione delle squame del capo, la lunghezza del tronco e della coda.

Una delle caratteristiche principali per distinguere una vipera da un serpente innocuo è rappresentata dalla pupilla.  Nelle  vipere la pupilla  è verticale ed ellittica, simile a quella dei gatti, mentre nei serpenti innocui la pupilla è rotonda.

Le specie di serpenti presenti in Italia sono 23 di cui soltanto 4 sono pericolose.

Ci sono diverse specie di vipere e si distinguono in base alla specie e alla loro colorazione, posso essere

marroncine, grigie, bianche e presentare o meno macchie.

Tra le varie tipologie di vipere si distinguono la vipera comune (Vipera aspis), la vipera dell’Orsini (Vipera ursinii), il marasso (Vipera berus), la vipera dei Walser (Vipera walser) e la vipera dal corno (Vipera ammodytes).

Tutte queste cinque  specie di vipere  risultano velenose, ma solo il marasso e la vipera dal corno sono pericolose. Il morso della vipera del corno, se non curato per tempo, può portare rapidamente alla morte.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top