Comunicazione

Tre strumenti per gestire al meglio una pagina Facebook

Le pagine Facebook sono sempre più numerose e rappresentano i brand, le organizzazioni, i personaggi pubblici ecc. Oramai è chiara la distinzione tra un profilo privato che potrà essere utilizzato esclusivamente per la propria vita personale, e la pagina che è esclusivamente adatta ai brand e alle attività.

In questo posto tratteremo tre strumenti di pubblicazione per gestire al meglio una pagina facebook: i post, le stories e la vetrina.

I post, il primo strumento essenziale di pubblicazione su Facebook

I post sono il principale strumento a disposizione per veicolare un messaggio su Facebook e stabilire una relazione con i clienti o fan. Tutti possono liberamente pubblicare qualsiasi cosa in modo semplice, ma appunto perchè è così semplice non è affatto scontato che produca risultati utili ed efficaci.

I post devono avere contenuti coinvolgenti, cioè contenuti in grado di coinvolgere, attirare le persone nella conversazione, nel dialogo. Creare interazione. Per fare contenuti coinvolgenti occorre studiare la propria attività  e stabilire quali possano essere i contenuti che attirano attenzione. Non solo. I contenuti devono necessariamente essere brevi.

I post devono contenere creatività di alta qualità, cioè fotografie di alta qualità o video. Le foto devono essere delle giuste dimensioni, scattate da professionisti o comunque da esperti. Oppure si può pensare di acquistarne qualcuna da siti di fotografie. L’importanza della creatività è fondamentale per attirare l’attenzione dei post.

Bisogna scoprire il proprio pubblico, studiarlo, capire chi è interessato a cert prodotti o servizi. Non è possibile rivolgersi su Facebook ad un pubblico generico perchè sono milioni gli utenti e ci sono  milioni di pagine di brand e prodotti. Quindi è necessario capire bene il proprio pubblico.

Occorre coinvolgere il proprio pubblico nelle conversazioni, quindi è necessario consentire alle persone di eseguire azioni sul post. Cercare di creare contenuti, fotografie o video in grado di eseguire azioni che possono essere commenti e condivisioni ( il massimo per la pagina), mi piace, o solo commenti o solo condivisioni. Solo con l’interazione si instaura un rapporto stabile tra il pubblico e la pagina.

Dopo aver coinvolto il pubblico è necessario conversare, tenere un rapporto di interazione continua. Ecco perchè è importante sempre rispondere ai commenti e a volte basta anche solo un grazie. Anche in situazioni spiacevoli e di fronte a commenti accesi e polemici è sempre utile smorzare i toni e continuare a tenere una conversazione con toni placati .

Le stories di Facebook

Le stories di Facebook sono caratteristiche ed interessanti proprio per il loro formato che si visualizza in fromato intero  e sui dispositivi mobili occupa l’intero schermo con una ottima capacità d’immersione per l’utente. E’ importante nelle stories attirare l’attenzione con un’immagine che deve essere sempre accattivante e realizzata bene. Si possono inserire testi nella storia per renderla efficace. Le storie devono essere brevi e piacevoli proprio perchè durano 24 ore per prima di cancellarsi, quindi si può puntare ad un contenuto leggero che dopo poco tempo si cancella. Nelle stories si possono utilizzare elementi diversi come sondaggi, adesivi e altro. Per aggiungere effetti visivi si può utilizzare boomerang

La vetrina di Facebook

Altro strumento di pubblicazione importante e poco utilizzato dai brand è la vetrina di Facebook.

La vetrina consente di pubblicare prodotti e di creare una vera e propria vetrina virtuale con prodotti e prezzi relativi. E’ possibile personalizzare l’inventario con tutti i prodotti desiderati e categorie appropriate. Si possono visualizzare i dati statistici che sono necessari. Infine si può comunicare con i clienti attraverso gli strumenti della comunicazione di Facebook, in particolare con Messenger.

La vetrina di Facebook è uno strumento di pubblicazione importante per l’E commerce ma può essere utilizzato anche per promuovere i negozi, mostrando i prodotti e chiedendo l’acquisto in un determinato luogo.

 

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top