Salute

Guida alla salute in viaggio Paese per Paese

Viaggiare e raggiungere mete sconosciute ed affascinanti per rilassarsi e riposarsi è il sogno di tutti.

Lo sviluppo delle comunicazioni permette di raggiungere diversi continenti in poco tempo, ma occorre anche prestare molta attenzione poiché in molti paesi si possono contrarre diverse malattie che in  Occidente sono state fermate grazie ad efficace campagne di vaccinazioni.

Una preziosa guida che aiuta ad orientarsi per meglio prevenire malattie pericolose alla salute è Guida alla salute in viaggio Paese per Paese (Edizioni LSWR, pp.312. Euro 14,90)  di Alberto Tomai, presidente della società Italiana di Viaggio e delle Migrazioni.

Questo strumento si rivolge agli ambulatori, ai farmacisti ma  anche direttamente ai viaggiatori con l’intento di informare e consentire una corretta prevenzione. Un argomento molto utile è la sezione sulle caratteristiche e distribuzioni delle principali patologie infettive.

Questa guida è stata scritta proprio con il fine di permettere al personale sanitario e a tutti coloro che stanno progettando un viaggio di conoscere la realtà sanitaria in cui si andrà a trascorre le vacanze.

COMPORTAMENTI CORRETTI PRIMA, DURANTE E DOPO IL VIAGGIO

Prima del viaggio è opportuno rivolgersi ad un ambulatorio di medicina del viaggiatore e ricevere tutte le informazioni necessarie su Paese da visitare. Le vaccinazioni da fare, le malattie che si possono contrarre. In sostanza, occorre conoscere la situazione sanitaria del luogo e presentarsi vaccinati facendo molta prevenzione.

Le maggiori infezioni trasmesse avvengono principalmente da acqua e alimenti infetti, ed una delle patologie più comuni è la diarrea del viaggiatore.

Per la prevenzione è necessario lavarsi sempre le mani e prestare la massima attenzione all’acqua utilizzata soprattutto per bere.
Occorre fare attenzione agli alimenti utilizzati, sono sconsigliati i cibi crudi. Occore fare attenzione alle punture di insetti che rappresentano uno dei rischi maggiori.

Considerando che alcune malattie hanno un lungo periodo di incubazione, dopo il viaggio in caso di febbre e dolori è raccomandato rivolgersi ad un medico.

FARMACI E MATERIALI DI PRIMO SOCCORSO

Portare con sé una scorta di tutti i farmaci che si utilizzano e metterli nel bagaglio a mano. E utile portare con sé un certificato in inglese nel caso in cui si è affetti di qualche patologia particolarmente a rischio.

Se viene individuata nella scheda del paese dove vi è una disponibilità limitata di farmaci occorre portare materiale di primo soccorso . L’autore consiglia:

  • Farmaci antidolorifici
  • farmaci antpiretici
  • antibiotici a largo spettro
  • cortisonici in compresse
  • antibiotici a usolocale intestinale per il trattamento della diarrea del viaggiatore
  • fermenti lattici
  • integratori di sali minerali
  • farmaci contro il vomito
  • farmaci contro il mal d’auto, aria e mare
  • farmaci antimalarici
  • collirio decongestionante
  • repellenti contro gli insetti per la pelle
  • pomata antistaminica per punture di insetti e per dermatite
    e ancora
  • cerotti, bende, forbici e pinzette
  • termometro, disinfettanti-

RACCOMANDAZIONI SULL’USO DI FARMACI DURANTE IL VIAGGIO

La guida fornisce delle precise indicazioni su come utilizzare i farmaci in viaggio. Si consiglia di portare doppia scorta di medicinali tra bagaglio a mano e valigie. Portare certificati che specificano la malattia, indossare targhette in caso di malattie rare.

LE REGOLE D’ORO DEL VIAGGIATORE RESONSABILE

L’autore indica 10 regole d’oro che un viaggiatore responsabile individua prima di intraprendere il viaggio.
Una delle regole fondamentali che sono alla base del volume è la verifica delle vaccinazioni necessarie, rivolgendosi all’ambulatorio di medicina dei viaggiatori.

Un’altra regola fondamentale è la stipula di un’assicurazione sanitaria di viaggio che consente di coprire eventuali spese mediche.

Una guida utilissima e fondamentale per conoscere la reale situazione sanitaria di alcuni Paesi e raggiungerli preparati con le vaccinazioni e la prevenzione.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply

To Top